s
s
s
s
s
s

El contenido de esta página requiere una versión más reciente de Adobe Flash Player.

Obtener Adobe Flash Player

Stefano Usai [Cnsul - Roma]
Nacionalidad:
Italia
E-mail:
Biografia
Alla fermata del tram

un bimbo senza scarpe
un vecchio senza ombrello
un melo senza ombra

aspettano qualcosa
oppure hanno capito tutto
nel dubbio li fotografo.

Anime salve

Posiamo i corpi
-sanno gi volare-
dinanzi allo spettacolo
invisibile del mare.

Sfioriamo assorti
-si spegne la voce-
ferite nel tempo
che sanguina pace.

Posiamo i corpi
-sono un elemento-
dove non pi terra,
non ancora ponto.

Nel limbo distratto
-seduti sul bordo-
d'una libert sublime,
la mente deflagra.

Non dormono le stelle

Parti di me stesso
che non si appartengono,
fiumi senza foce,
versi senza voce
alcuna si congiungono
in un corpo non pi mio.

Colma di graffiti
la mimesi di spazio
che mi rugge attorno.
Trappola di senso,
neve tra la neve,
trigono celeste che
domina la sfera
con mani di madre.

Non vedo chi mi vede.
Non sento chi mi sente.
Non dormono le stelle.

biografia:
Stefano Usai

Poeta errante, musico vagante. Scrive per passione, suona per divertimento. Nel tempo libero, studia ingegneria. Nel 2006 vince il concorso di poesia 'media diversi' presso la Facolt di Scienze della Comunicazione dell'Universit degli Studi di Roma 'La Sapienza'. Nel 2007 d vita al progetto Lodomaccanto [www.lodomaccanto.it ], un laboratorio artistico a 360 gradi, assieme all'attore/regista D.Fabbri. Pubblica racconti sul settimanale on line fuorilemura.it Cura l'edizione di un reading con racconti inediti, scrivendone anche la colonna sonora. Mette in scena uno spettacolo di teatro-canzone scritto con D.Fabbri. Compone una raccolta di calligrammi ispirata al mondo degli strumenti musicali. Nelle sue creazioni, cerca sempre di sperimentare nuove forme di scrittura e interpretazione del testo poetico.

nefasto84@email.it

 

Desarrollado por: Asesorias Web
s
s
s
s
s
s